Decreto di indizione della Visita Pastorale

Essendo trascorsi ormai cinque anni dall’inizio del mio ministero pastorale nella bella Chiesa di Ravenna Cervia, dopo tante visite alle parrocchie in occasione di celebrazioni o avvenimenti particolari, ritengo sia giunto il tempo di iniziare la mia prima Visita Pastorale alla Diocesi.

La affidiamo al Signore perché sia un’ulteriore grazia che il Padre dei cieli concede alla nostra Chiesa, per incrementare la sua testimonianza di fede e di amore nel Figlio suo Gesù Cristo e per renderla pronta ad accogliere il dono dello Spirito Santo in vista della missione che ci attende nei prossimi anni.

Chiediamo al Padre che essa sia occasione per accogliere una grazia particolare, cioè una preziosa opportunità per la crescita nella comunione ecclesiale, delle parrocchie, delle unità pastorali, dei vicariati e delle tante persone che vivono in queste realtà della nostra Chiesa particolare.

Gli chiediamo che possa crescere in tutti noi di una generosa disposizione interiore:

a valorizzare i tanti carismi e ministeri, servizi ecclesiali e vocazioni presenti nella nostra Chiesa; ma anche a rinnovare la volontà di collaborazione pastorale tra il Vescovo, i presbiteri, i diaconi, i consacrati e tutti i fedeli laici;

a promuovere e condividere uno slancio missionario da parte di tutti noi battezzati, con le nostre specifiche vocazioni, proteso a far giungere a tutti la gioia del Vangelo come indicatoci da Papa Francesco;

a rinnovare una pastorale giovanile che proponga cammini di crescita spirituale, umana e vocazionale agli adolescenti e ai giovani, perché arrivino alla fede e a maturare una vocazione cristiana;

a sostenere la pastorale familiare con una cura particolare per le giovani coppie avviate al matrimonio e ai giovani sposi nei primi anni di vita comune, verificando l’attività dei gruppi sposi;

a coltivare senza ritardi quelle attività caritative che sono espressione genuina dell’amore preferenziale ai poveri, ai piccoli e agli emarginati, verificando la situazione delle Caritas sul territorio.

Con queste intenzioni, in linea con l’insegnamento del Concilio Ecumenico Vaticano II e a norma dei can. 396, 397, 398 del Codice di Diritto Canonic

indico la Visita Pastorale nella Arcidiocesi di Ravenna–Cervia

che, con la grazia di Dio, svolgerò a partire dalla I domenica di Quaresima 2019, iniziando dal Vicariato di Portomaggiore-Argenta.

Fin d’ora chiedo a tutta la comunità diocesana di voler accompagnare con la preghiera la Visita Pastorale e affido ogni suo frutto all’intercessione della Beata Vergine Maria Madre della Chiesa, che veneriamo col titolo di Madonna Greca e di Madonna del Pino, di S. Apollinare, Vescovo Fondatore e martire e di san Paterniano, nostri Patroni; dei Santi coniugi Vitale e Valeria martiri, di San Pietro Crisologo e di San Guido Maria Conforti, evangelizzatori, nostri Arcivescovi.

Il Signore benedica la nostra Chiesa e ci conceda con abbondanza il dono del Suo Spirito, perché possiamo sperimentare la Sua presenza e la gioia di essere testimoni credibili del Vangelo.

Epifania del Signore, 6 gennaio 2019

06-01-2019